ItalianoEnglish

Blog
Mar 30

I 25 anni di BMT. L’editoriale di Angioletto De Negri

È calato il sipario sulla venticinquesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo-BMT ed è il tempo dei ringraziamenti. Grazie al mio team che mi affianca e grazie a chi, istituzione pubblica o realtà imprenditoriale e del commercio è stata presente nei padiglioni della Mostra d’Oltremare di Napoli. Grazie al governo che ha manifestato la propria vicinanza a questa piccola grande impresa che anche quest’anno si è compiuta: la lettera del Presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, è un attestato di stima ed uno sprone. Come lo sono state le parole rivolte alla platea in occasione della cerimonia di inaugurazione del ministro del Turismo Massimo Garavaglia. Ad ascoltarle un intero settore che è ai blocchi di partenza per iniziare la corsa della grande ripresa del Turismo. La tre giorni partenopea, organizzata nonostante le incognite legate all’emergenza sanitaria ed il dolore per il conflitto in Ucraina, è stata quel per cui si è tanto lavorato: un grande raduno del turismo organizzato con Astoi, Fto, Fiavet, Aidit, Maavi pronti a confrontarsi, discutere delle criticità, con l’obiettivo di fare sempre meglio. La Borsa è stata vetrina per 12 Regioni italiane e 400 espositori che nei 4 padiglioni dedicati hanno accolto circa 10.500 visitatori professionali. BMT è stata una fiera con 100 buyer italiani e ai 70 internazionali. BMT è stata l’occasione per respirare e cogliere la voglia di futuro per un intero comparto. E quindi, grazie a chi, ognuno per la sua competenza, crede nel Turismo come settore trainante per il nostro Belpaese, terra di accoglienza e di viaggiatori. E mentre già si pensa all’edizione 2023, è certo l’impegno per continuare a rendere BMT un appuntamento irrinunciabile per il settore del turismo.